Skip to content

COME ASSUMERE CORRETTAMENTE IL CBD ?

Dei semplici consigli su come gestire meglio questa molecola naturale.

Oggi, il CBD è dappertutto,nei cosmetici, nei cibi e  nelle bevade.  Purtroppo, ancora oggi l’informazione su questi cannabinoidi , e specialmente sulla canapa, è ancora fuorviante e questo comporta che poche persone sanno dosare correttamente i loro prodotti contenenti CBD.

In questo articolo vi spiegheremo come trovare la giusta dose di CBD affinché possiate sfruttare al meglio le proprietà di questo fantastico cannabinoide.

L’interese per il CBD sta notevolmente crescendo sempre di più e per buone ragioni. Questo microscopico cannabinoide promette alcuni importanti benefici per la nostra salute. Tuttavia, esattamente come con qualsiasi altro integratore o medicina, la somministrazione di CBD richiede un dosaggio corretto per poterne percepire i reali benefici. Purtroppo, le fonti che vanno oltre i benefici di base del CBD sono ben poche, e quelle disposte ad insegnare ai consumatori come dosare adeguatamente il CBD sono ancora più scarse. In questo articolo daremo quindi un’occhiata più approfondita al corretto dosaggio del CBD.

ESAMINIAMO COME AGISCE IL CBD

Prima di affrontare il discorso sul dosaggio, è essenziale acquisire una solida comprensione dei meccanismi con cui agisce il CBD.

Il CBD, come molti di voi sapranno, è un cannabinoide prodotto dalle piante di cannabis e canapa. Dopo il THC, è il secondo cannabinoide più abbondante nella cannabis. A differenza del THC, il CBD non provoca alcun effetto inebriante. I consumatori lo usano per i suoi effetti calmanti, mentre la scienza continua a confermare la sua vasta gamma di benefici per la nostra salute.

Quando il CBD entra nel nostro organismo, attiva il sistema endocannabinoide (SEC). Il SEC è una sorta di sistema di regolazione interna che aiuta a mediare tutti i diversi processi corporei. A differenza del THC, che può legarsi direttamente ai ricettori dei cannabinoidi, la capacità del CBD di stimolare il sistema endocannabinoide deriva in gran parte dall’attivazione di oltre 60 diversi percorsi molecolari.

Gli integratori di CBD, ad esempio, possono influenzare i neurotrasmettitori come il GABA e la serotonina, alcuni specifici recettori come quelli vanilloidi e della capsaicina, i livelli di endocannabinoidi (come l’anandamide) e molto altro ancora.

ESAMINIAMO I DIVERSI METODI D’ASSUNZIONE DEL CBD

Per capire come dosare correttamente il CBD, è importante comprendere i diversi metodi di somministrazione del CBD.

• Gli oli di CBD possono essere assunti per via sublinguale, dove vengono assorbiti attraverso le membrane mucose presenti sotto la lingua. Quando viene somministrato per via sublinguale, l’olio di CBD inizia ad avere effetto dopo circa 15 minuti, o meno.

• Le capsule di CBD devono essere deglutite e metabolizzate attraverso l’apparato digerente. In genere, impiegano circa 20 minuti per fare effetto.

• Gli edibili con CBD devono essere anch’essi metabolizzati dal tratto digestivo. Tuttavia, essendo più difficili da scomporre rispetto ad una capsula, i prodotti alimentari a base di CBD possono richiedere 30 minuti, o più, per fare effetto. Inoltre, tendono ad offrire un rilascio più lento di CBD per un periodo di tempo più lungo.

• I prodotti con CBD ad uso topico (come creme ed unguenti) non entrano nel flusso sanguigno ed agiscono invece direttamente sui recettori della pelle. Hanno effetto dopo circa 10 minuti e sono molto efficaci per lenire i dolori e le infiammazioni locali, insieme ad altri sintomi.

PERCHÉ IL DOSAGGIO È COSÌ IMPORTANTE QUANDO SI ASSUME IL CBD?

Il CBD è un composto realmente sicuro. Gli studi dimostrano che non è tossico anche a dosi estremamente elevate e, normalmente, è ben tollerato dalla maggior parte delle persone. A questo punto, vi starete chiedendo perché stiamo dando così tanta importanza al dosaggio di questa sostanza. Ebbene, queste sono le ragioni: iniziando con una piccola dose ed aumentando progressivamente le quantità, darete al vostro corpo più tempo per adattarsi all’integratore e riuscire ad adattarvi al meglio al beneficio del CBD. Inoltre, vi consentirà di trovare la dose ottimale per ottenere il massimo sollievo dai vostri sintomi, evitando qualsiasi effetto secondario negativo.

COME TROVARE LA GIUSTA DOSE DI CBD

Sfortunatamente, le nostre conoscenze sul CBD sono ancora insufficienti per poter raccomandare ad una persona una dose prestabilita di cannabidiolo in base ai suoi sintomi. Sarete voi a dover definire la dose più appropriata per le vostre esigenze procedendo per tentativi ed errori.

Nonostante ciò, vogliamo comunque darvi qualche consiglio per aiutarvi a trovare la giusta dose di CBD in base alle vostre esigenze:

1. Se non avete mai usato il CBD, vi consigliamo l’olio o le capsule di media potenza. In genere, con questi prodotti si possono dosare piccole quantità da 5mg molto più facilmente rispetto agli integratori più forti. Raccomandiamo di iniziare con una singola dose da 5mg di CBD il primo giorno, solo per valutare la reazione del corpo all’integratore. Assicuratevi di consultare le istruzioni d’uso fornite dal produttore per capire come dosare correttamente i 5mg.

2. Se dopo aver assunto una dose da 5mg di CBD non avete avvertito alcun effetto collaterale, provate ad assumere due dosi da 5mg al giorno (una al mattino e l’altra la sera). Continuate così per alcune settimane in modo da dare al vostro corpo tempo sufficiente per adattarsi al nuovo integratore.

3. Se dopo queste prime settimane l’integratore non vi dà gli effetti che speravate, sentitevi liberi di aumentare la dose di altri 5mg. Mantenete questo dosaggio per alcune settimane e, se necessario, aumentatelo. Ricordatevi di dare sempre al vostro corpo una o due settimane per adattarsi alla nuova dose, prima di aumentarla ulteriormente.

Non esiste una dose letale di CBD ufficialmente riconosciuta, nemmeno a dosi estremamente elevate. Gli studi hanno dimostrato che anche le dosi di CBD da 2000mg non producono alcun effetto tossico per il nostro organismo.

Inoltre, non è necessario essere così rigorosi al momento di dosare le sostanze ad uso topico con CBD (come creme ed unguenti), poiché questi prodotti non entrano nel flusso sanguigno. Tuttavia, ricordatevi che questi prodotti possono causare reazioni allergiche in alcune persone, per cui è sempre meglio testare prima una piccola quantità di prodotto topico sulla pelle e valutare le reazioni prima dell’uso.

LOGIN

NEWSLETTER

Join us

Sed ut perspiciatis unde omnis iste natus error sit voluptatem accusantium doloremque laudantium.